ISBN 9788895596013

Mondi seriali. Percorsi semiotici nella fiction


marzo 2008

La fiction televisiva, italiana o statunitense, si è imposta come il genere dominante della programmazione televisiva, sia per la capacità di attrarre grandi ascolti sia per la qualità dei suoi contenuti, specchio o anticipazione dei cambiamenti nella società. Nel volume si confrontano studiosi di semiotica e addetti ai lavori, con firme illustri come Umberto Eco e Carlo Freccero.

A cura di Maria Pia Pozzato e Giorgio Grignaffini

Acquista online

Sommario

Dr. House: l’ambizione di capire
Libido abduttiva, ritmi narrativi, visioni iperreali

di Nicola Dusi

Grave danger
Il design dell'esperienza

di Ruggero Eugeni

Eccezione, eccesso, eccezionalità
24 e la war on terror

di Cristina Demaria

Contro il tempo, contro lo spazio
24 e Prison Break come machine narrative

di Carlo Freccero

Tv sui generis
Strategie di presa di distanza e generi in Twin Peaks

di Lucio Spaziante

La real fiction
Oltre l'opposizione fattuale/finzionale

di Antonio Santangelo

L’happy end
Fra logiche narrative e richieste del mercato

di Armando Fumagalli

I meccanismi della serialità
Caratteri, tempi, forme di serie e saga

di Giorgio Grignaffini

Scripted format
Processi di selezione e di adattamento

di Benedetta Galbiati

Uno sguardo trasversale sulla fiction italiana
Il caso Boris

di Isabella Pezzini

Forme della serialità
Una guida semiotica all'analisi della fiction

di Osservatorio sulla fiction smart_serials

Raccontare la storia
Fiction e docufiction, tra ciotole di latte, antenne e buste della spesa

di Cinzia Bianchi

Quel che resta della fiction
Le incerte formule della memoria dello spettatore

di Fausto Colombo e Massimo Scaglioni

Nassirya: una fiction italiana
Tra finzione e realtà storica

di Anna Maria Lorusso e Patrizia Violi

Perché The OC non ha funzionato?
Trionfi e cadute della fiction per adolescenti

di Giovanna Coscenza

La fiction come prodotto neofolclorico
Sex and the City, Desperate Housewives, Mujeres

di Maria Pia Pozzato