ISBN 9788895596082

Che fare? La tv dopo la crisi

Numero 8
ottobre 2009

Di solito, la parola “crisi” è carica di valore negativo. In realtà l’etimo riporta a un momento di decisione. La congiuntura economica ha accelerato processi già in atto che, prima o poi, avrebbero comunque costretto gli editori mediali a confrontarsi con una situazione differente. “Crisi è il momento che separa una maniera differente di essere”, e Link 8 cerca di indagarne le forme e le ragioni.

Acquista online

Sommario

Da 0 a 52 
La semplice, o non così semplice, stesura di una sceneggiatura televisiva

di Jeremy Boxen

Il nuovo e il sempre uguale. Musica, maestro!

di Aldo Grasso

Trasmigrazione dei generi: il quiz
Nel futuro dei videogame c'è la televisione

di Matteo Bittanti

Potere tween

di Massimo Scaglioni

Combat format
Rendere competitivi i format nel contesto digitale

di Axel Fiacco

La vita come una sitcom?
I percorsi della nuova serialità comica americana

di Bucknasty

Imprenditori di tutto il mondo, unitevi (in tv)

di Paola Capra

Vampiri, zombie e altre creature

di Ludovica Fonda

Una botta di depressione
Alle radici delle crisi, che danno da pensare

di Peppino Ortoleva

Crisi? Si spende di più
La spesa per guardare in Italia: 1990-2009

di Emilio Pucci

Né free né pay
L'evoluzione economica e organizzativa del modello di produzione televisiva

di C.A. Carnevale Maffé

Cheap is chic? 
I modelli produttivi a basso costo e i loro creativi

di Gregorio Paolini

1929 + 1962 = 2009
Di che cosa parliamo quando parliamo di crisi (in pubblicità)?

di Marco Vecchia

Fidati ancora
Le banche e la comunicazione dopo la crisi

di Federico Sarica

La crisi è di serie
Problemi "reali" e fuga dalla realtà

di Mariarosa Mancuso

Costruiremo una tv sperimentale
Nascita di Rai4, una tv per la crisi

di Carlo Freccero

A piccoli passi 
La promozione sul web degli show televisivi

di Michele Boroni

Tv sul web: parola all’hacker

di Antonio Dini

Processo al doppiaggio
La lunga strada e le complessità di una televisione "tradotta"

di Luca Barra

L.A. Diary

di Aldo Romersa

Prima il porno, poi il resto
Ma il Porn 2.0 può essere un modello?

di Antonio Dini

Tutte le facce dello switch-off
Percorsi di avvicinamento alla televisione digitale terrestre

di Piermarco Aroldi e Fausto Colombo e Nicoletta Vittadini

Sguardi sul mercato globale. Rep. Popolare Cinese

di Redazione

Il fan patologico
La possessione e il contagio nel fandom

di Violetta Bellocchio

Visioni laterali. Tempi ansiosi, tempi densi 
L'opera di Philippe Parreno

di Andrea Lissoni

Monologo su Twitter (e tutto il resto). Via Twitter

di Irene Lumpa Rossi

I media dopo l’ultimo big bang
Cosa cambia e cosa resta, quando sfumano i confini

di Francesco Casetti